martedì 20 maggio 2014

La scelta dell'abito da sposa

Quanto è importante, per una ragazza che sta convolando a nozze, la scelta dell'abito da sposa? Beh, parecchio direi. Passano mesi prima che si riesca a trovare quello giusto perché la decisione ha davvero un gran peso.
Passano mesi perché si ha sempre paura di sbagliare. Si visitano parecchi ateliers, si provano parecchi abiti. Si va accompagnati una volta dalla mamma, un volta dalla zia, un'altra volta dalla futura suocera, dalla testimone, dalla migliore amica, dalle damigelle. 
E si finisce col ritrovarsi, giorno dopo giorno, sempre più confuse. Tant'è, che quando arriva il giorno della fatidica decisione, sembra giorno di festa patronale....
Non ci sono dubbi: i consigli sono preziosi. L'opinione di chi ci vuole bene è una cosa importantissima ma non dobbiamo basare le nostre decisioni su TUTTI i consigli di tutti coloro che ce ne "regalano" uno.
Quella dell'abito da sposa è una decisione importante proprio perché è il NOSTRO abito da sposa e lo dobbiamo indossare NOI il giorno del NOSTRO matrimonio. Ci dobbiamo sentire bene con quell'abito addosso, a nostro agio e, nello stesso tempo, importanti, apprezzate e al centro dell'attenzione perché è la nostra festa più importante.
Allora, cosa è che NON dobbiamo fare quando arriva il momento di decidere con quale abito ci sposeremo?

Prima di tutto, la cosa più sbagliata da fare, a mio parere, è visitare troppi ateliers perché, più abiti vediamo, più ci confondiamo. È inevitabile che, di tutti gli abiti che vedremo, ci piacerà sicuramente qualcosa: la sfumatura del colore, un dettaglio, la lunghezza, le applicazioni, lo strascico, il velo. E finiremo con l'immaginare un abito con il 90% di quei dettagli, se non tutti. Cosa che non troveremo mai. Quindi, un paio di negozi bastano senz'altro. D'altronde, quanti abiti ci sono in un negozio di abiti da sposa? Tanti, tantissimi! Due o tre negozi bastano, fidatevi.


La seconda cosa che si sbaglia spesso è la scelta delle persone con cui andare a vedere gli abiti.
Portarsi dietro tre, quattro, cinque, sei persone non è per niente risolutivo sia che le portiate con voi tutte insieme, sia che le portiate con voi un po' alla volta. A volte è difficile mettersi d'accordo in due figuriamoci in quattro o cinque! Vi ritroverete ad ascoltare il punto di vista di tutti quanti. Che sarà inevitabilmente diverso per ognuno di loro e non vi farà bene per niente. 
Secondo me la cosa migliore è fare la prima "scrematura" da sole. Visitate i negozi una prima volta da sole in modo da fare la prima cernita eliminando completamente quegli abiti che proprio non vi piacciono e poi ritornate, sempre con la stessa persona (non cambiate ogni volta "consigliere") così che possa aiutarvi soltanto con gli abiti che vi suscitano indecisione (o interesse).

Come terza cosa vorrei consigliarvi con chi NON andare ma credo che ferirei un paio di categorie quindi evito. In ogni caso è una decisione che dovete prendere voi e solo voi.
Allora vi do un consiglio veloce, all'apparenza stupido: non truccatevi. Non è bello che, chi viene dopo di voi, debba provare degli abiti sporchi di trucco. E non è bello che, quando chiederete lo sconto, il titolare del negozio debba pensare "dovrei addebitarti i soldi della lavanderia e mi chiedi lo sconto?"


Poi ci sarebbero i consigli su quale abito scegliere a seconda del proprio fisico ma quelli, fatemelo dire, non servono proprio a niente! No, perché lo sappiamo tutti che, per esempio, una nuotatrice non dovrebbe scegliere un abito con spalline grandi. Oppure che una donna "cicciottella" non dovrebbe scegliere un abito a sirena o che, una donna dal seno prosperoso, non deve scegliere abiti molto accollati. Eccetera eccetera... Queste sono cose che sappiamo tutti ma, state pur certe che capiterà di indossare un abito che, nonostante non rispetti i canoni comuni, ci spiazzerà di fronte allo specchio e ci costringerà a dire "woooooow!" 

Come ultima cosa mi sento di consigliare, una volta scelto il vostro abito, di non apportare troppe modifiche oltre quelle necessarie di allargamento o restringimento (a seconda se siete ingrassate o dimagrite) perché finireste con lo stravolgere il modello e non sarebbe più quello che avevate scelto inizialmente.

Dopodiché 
Godetevi il vostro abito con naturalezza e serenità e sarete la regina incontrastata del giorno delle vostre nozze!

Non sono una wedding planner e non sono una stilista ma mi sentivo di condividere il mio punto di vista in merito all'argomento. 
In realtà, volevo raccontarvi la storia del mio abito da sposa ma ho fatto tutto tranne che quello ;-P
Magari, se vi fa piacere, lo farò in un altro post. 
Fatemi sapere!
Ciao, Vale

3 commenti:

  1. Quando ho letto questo post ho pensato al mio.....vestito è ancora lì nello scatolone...enorme con montagne di velo sottogonna....!!!!^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao Vale!!! Ho appena letto questo tuo fantastico post (arrivo dal babyblog party!) e, anche se non ho ancora in mente di sposarmi, i tuoi consigli mi sono sembrati leggeri e soprattutto utili...
    Raccontaci pure del tuo abito da sposa, aspetto con ansia e nel frattempo ti seguo con molto piacere!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maira!
      Allora so già che, quando scriverò del mio abito, sarai la prima a leggere!!!
      Grazie di essere passata!
      A presto, Vale

      Elimina

Grazie della visita!
Lascia un segno del tuo passaggio con un commento ツ